Sincronizzare Contatti, Email, File e Calendario su Android e i 4 client per GMail

I nuovi smartphone Android (es. HTC Desire) permettono di sincronizzare con facilità la propria rubrica contatti con il "Cloud Google". Si paga con un po' di privacy e si ottiene un backup consistente e accessibile ovunque.

Inizialmente i numeri di cellulare si tenevano sulla SIM, poi i telefoni GSM hanno iniziato a salvarli sul dispositivo stesso e ora la tendenza sembra essere il Cloud Computing.
In caso di furto o tra una migrazione e l'altra c'era sempre il rischio di perdersi qualche pezzo

Importare i contatti in GMail con integrazione con Facebook

Che siate stati in passato utenti Windows Mobile / Phone, Symbian o altro, ora la via per non dover riscrivere tutti i contatti si chiama CSV e in particolare il CSV riconosciuto da Google.

Estrapolate con un software i contatti dal vostro telefono passato e ottenete un file CSV formattato in modo simile:

"Name","Phone 1 – Type","Phone 1 - Value"
"Mario","Mobile",+39347000000
"Maria","Mobile",+39339000000 

Non è nient'altro che un file di testo, ma se i campi si chiamassero in modo diverso rischiate di non poter accedere a tutti i vostri dati. Dopodiché andate su GMail e importate questa lista nei vostri contatti. Meglio importarli inizialmente un gruppo a parte chiamato "Telefono".

Su GMail dovreste vedere il nome e il numero, mentre sul telefono il risultato finale sarà simile a  quello dell'immagine.

I contatti sincronizzati su GMail sono contatti telefonici a tutti gli effetti, mentre quelli di Facebook possono essere associati o meno a un contatto telefonico. Tenere solo il contatto Facebook è rischioso perché in caso di rimozione del numero da parte dell'intestatario o dell'amicizia rimarremo senza numero.

Queste associazioni verrano salvate nel contatto stesso e sincronizzate, quindi in caso di furto o smarrimento del cellulare si potrà ricreare la rubrica così come la si è lasciata.

Calendario

In modo analogo si gestiscono i calendari. Si possono avere calendari Locali o Web (Google Calendar). Se seguite calendari web ical potete importarli su Google Calendar e decidere se visualizzarli o meno sullo smartphone.

Gli eventi di Facebook sono disponibili in formato ical, mentre per accedere ai compleanni dei vostri amici dovete utilizzare un'applicazione di terze parti.

I 4 "client" per GMail

Ricreare applicazioni specifiche per Android o iPhone che vivono sul Web e non non necessitano di funzionalità hardware particolari mi sembra una cosa stupida perché volendo è già possibile fare applicazioni multipiattaforma HTML5 funzionanti offline, vedi Maps e Quake WebGL. Senza contare che offrire la propria password a un programmatore di terze parti mi sembra rischioso, già perché non tutti i client per un servizio sono fatti dal servizio stesso.

Ma i browser mobile hanno attualmente 3 forti limitazioni:

  • Non riescono a notificare nativamente al sistema
  • Non supportano il drag 'n' drop nella pagina, perché verrebbe interpretato come uno spostamento
  • Non è possibile fare l'upload dal browser e non supporta la modalità offline (per lo meno Android)

Detto ciò ecco le opzioni.

Client Nativo / IMAP. Gestisce account anche di altri provider. Si possono impostare frequenze di aggiornamento diverse a seconda degli orari.
Client Nativo / ActiveSync. Utilizza il protocollo Microsoft per GMail e il funzionamento è analogo all'IMAP.  
GMail app. Funziona in modalità push e rimane in attesa per i nuovi messaggi. Fa caching solo delle ultime conversazioni e non permette lo zoom del testo. Inoltre non fa salvare gli allegati su memoria esterna.
GMail via browser. I dati sono in tempo reale, ma non si possono inserire allegati e la funzionalità offline non è standard (usa Google Gears).

Buona scelta

corso javascript