Come rendere l'interfaccia di GIMP un po' più usabile

Qualche consiglio su come sistemare l'interfaccia grafica di The GIMP in modo da non perdersi dopo 2 click.



Uso GNU/Linux ormai da diversi anni, tra le tante cose mi capita spesso di ruotare, tagliare, comporre,.. diverse immagini, su windows usavo Paint Shop Pro e su Linux ho continuato a farlo con GIMP.



GIMP è davvero potente, ha un mucchio di effetti sul colore sulla trasformazione, ma ha un'interfaccia grafica inquietante. Se uno è in grado di leggere prima o poi riesce a trovare quello che cerca, ma districarsi nei menù e pannelli che vanno e che vengono è sempre stato un labirinto.



Ho provato a vedere qualche video tutorial e molti lo usano proprio così, a me fa venire il mal di testa quindi ho cercato di normalizzarlo in modo che la sua GUI assomigliasse il più possibile a quello che cercavo.






Primo passo, passate a GIMP 2.3

È ancora una versione considerata instabile, ma per quello che l'ho provata non lo è più della 2.2, tra le varie modifiche e un po' di riordino dei menù, il ridimensionamento predefinito è Cubico invece che Lineare, Alleluja! Lo potete installare prendendo questo pachetto deb.
È ancora presente un maledetto bug, quando salvate una foto alzate le mani dalla tastiera e dal mouse fin quando non ha finito, se non volete rischiare di corrompere la vostra foto!

Sistemare le schede nei pannelli

Quando aprite gimp la finestra principale è essenzialmente la toolbar con tutti gli strumenti, potete utilizzare lo spazio sottostante per mettere delle schede, visto che lo spazio è poco, ho optato per delle schede veramente essenziali.

Opzioni Strumenti è la scheda che mostra le informazioni aggiuntive sullo strumento corrente che stiamo utilizzando (es pennello, mostra tipo e dimensione), mentre l'altra è Colori, per sceglie il colore più appropriato.



Per aggiungereuna nuova scheda al pannello potete sceglierla da triangolino -> Aggiungi scheda -> Opzioni strumenti oppure File -> Finestre -> Opzioni strumenti e trascinare la scheda sull'area interessata.



Se vi servono altre schede, evitate di affollare quell'area e create un nuovo pannello tramite File -> Finestre -> Nuovo pannello dopodiché inserite lì altre schede secondarie che vi possono far comodo (es. cronologia e livelli).



Il vantaggio di avere un nuovo pannello è che lo si può tenere tranquillamente in secondo piano (o arrotolato) e visualizzarlo all'occorrenza, lasciando quindi il maggior spazio possibile all'immagine da modificare.



Quando chiudete il programma chiudete solo il pannello principale, così da mantenere le impostazioni anche all'apertura successiva

corso javascript