Colori leggibili su tema scuro per Gedit

Non mi piacciono molto i temi dark, le icone non rendono bene, stancano la vista o spesso sono troppo scuri per i miei gusti. Nonostante questo trovo siano migliori per gli editor di testo.



Gedit 2.18.x permette di personalizzarsi la colorazione della sintassi, ma bisognerà aspettare Gedit 2.19.x per porter gestire facilmente i temi personalizzati.



Nonostante Ubuntu Gutsy non sia ancora adatto alla produzione, è già possibile provare a fare qualche tema per Gedit (2.19.x) e visto che i "temi" vecchi vanno riadattati, ho fatto anche che formalizzare anche la mia palette Darkmate. Un tentativo per mettere insieme dei colori che fossero il più leggibili sugli sfondi scuri.

Per i più frettolosi

I temi sono nella cartella di gtksourceview-2 e possono essere usati sia per modificare gli aspetti di un linguaggio specifico che di quello generico.



Per iniziare date uno sguardo a gvim.xml, che è il tema usato di default e modificate quello; i nomi non sono ancora del tutto definiti e fate riferimento sempre al file .lang del linguaggio di riferimento.



A differenza del vecchio sistema, in Gtksourceview-2 si tende a fare dei temi più portabili possibili tra linguaggi; quindi cercate di accorpare quando possibile i colori e al più proponete una patch per il .lang che vi sembra troppo limitato.



Ecco qui gli screenshot del tema Darkmate per Gedit su 2.18.x e 2.19.x. Si tratta di roba sperimentale, non so se userò tutta la palette, ma tra colorare Ruby, HTML e Javascript ci arriverò vicino.

Risorse

Wiki di GNOME

Annuncio

#gedit

corso javascript